Ignora collegamenti di navigazione

Punta San Matteo (m. 3678)

Titolo itinerarioDall'albergo ghiacciaio dei Forni
Partenza daParcheggio dei Forni
Quota partenza2176
AccessoIn auto da Bormio lungo la S.S. 300 fino a Santa Caterina Valfurva. All'ingresso del paese deviare a sx abbandonando la strada per il Gavia.
Dislivello1500
Tempo di salita2.17
EsposizioneN
DifficoltàBSA
CartinaCartina Kompass n. 072 Parco nazionale dello Stelvio
BibliografiaSci alpinismo, itinerari in Valtellina e Valchiavenna, Antonio Boscacci.
SezioneOrtles
Descrizione
PUNTA SAN MATTEO: Uno sguardo verso la discesa appena fatta.

Dall'albergo ghiacciaio dei Forni seguire la stradicciola, passando accanto al laghetto artificiale dei Forni e percorrendo il lungo fondovalle, senza percorso obbligato, piegando poi sinistra in direzione del Rifugio Branca (m. 2487).

Arrivati sotto il rifugio, si taglia, con percorso pianeggiante, la grande morena laterale del ghiacciaio dei Forni e si raggiunge il ghiacciaio stesso risalendo alcune vallecole. Ci si trova così nel vastissomo piano del ghiacciaio con di fronte, verso sud, la grande parete nord della punta San Matteo.

Puntando prima in quella direzione e poi verso est, si sale un primo salto del ghiacciaio. Si abbandona allora la traccia che va verso il Colle degli Orsi e si piega a destra risalendo un pendio che si fa via via più ropido e porta nei pressi di una specie di salto tra alcuni crepacci.

Qui possono esserci dei problemi (utili i ramponi) quando la neve sia particolarmente ghiacciata, il passaggio sia troppo stretto o sia particolarmente lisciato da coloro che sono scesi. Superato questa specie di ampio gradino, si risale un facile pendio, si raggiunge una specie di pianerottolo e di lì, con qualche diagonale, la vetta arrotondata.