Ignora collegamenti di navigazione
SABATO 9 NOVEMBRE 2019

Si ricomincia da dove mi ero interrotto esattamente sei mesi fa, perché proprio qui in una giornata che aveva più le sembianze dell'inverno che della primavera finiva la mia stagione sciistica 2018/2019, ed oggi proprio nello stesso punto si riparte per una nuova stagione.

Degli ultimi anni che a novembre vado Bormio 2000, mai avevo trovato così tanta neve al 9 novembre, e viste anche le temperature favorevoli cannoni e gatti delle nevi già al lavoro.

Le mie solite due salite e si inizia subito con la polvere che ti aspetti in questo periodo, soprattutto la seconda discesa sul tracciato della pista "Bimbi al sole" non ancora intaccata dai gatti delle nevi.

Meglio di così non si poteva iniziare…

SABATO 26 OTTOBRE 2019

Per ora niente sci, le precipitazioni son arrivate ma le alte temperature hanno fatto si che al passo dello Stelvio venisse più acqua che neve, quindi vista la bella giornata e la voglia di farmi una bella sgambata sono ritornato a distanza di poco più di un mese sul Grignone nuovamente da Primaluna per lo Zapel e la via del Nevaio.

Non tutti i mali sono venuti per nuocere, perché ho potuto godermi i boschi della Valsassina, in particolare le faggete, cogli splendidi colori dell'autunno, ma anche un insolito clima mite, anche se leggera arietta frescolina in vetta c'era comunque.

SABATO 5 OTTOBRE 2019

Avevo voglia di fare un giro in Val Gerola coi colori dell'autunno, e fra gli itinerari che mancavano all'appello c'era il Pizzo dei Tre Signori dalla Valle della Pietra, ovvero lungo l'itinerario sciistico, che con polvere invernale merita sicuramente.

Devo anche dire che il Pizzo dei Tre Signori per la sua ubicazione geografica unisce tre provincie e sembra quasi di toccare nello stesso tempo le montagne del triangolo lariano, della Valsassina e della Valtellina.

Oggi è anche stato il primo assaggio d'autunno con temperature più da mese di ottobre, ricordandoci che l'estate è ormai un ricordo e che stiamo andando verso l'inverno, che come sempre mi auguro sia nevoso da regalarmi tante belle soddisfazioni sugli sci.

SABATO 21 SETTEMBRE 2019

Vista la chiusura delle ferrate Gamma uno e Gamma due, per quest'anno al Resegone mi devo accontentare delle due ferrate minori, ossia quella del Centenario e la De Franco.

Oggi è anche una di quelle rare giornate, quando vado al Resegone, che riesco a trovare un bel cielo limpido senza la solita nebbia, e si riesce ad ammirare il panorama circostante.
Giornata dal clima gradevole tipica di fine estate.

SABATO 14 SETTEMBRE 2019

Quest'anno mi mancava ancora all'appello la salita al Grignone da Primaluna lungo la Val Cugnoletto e la via del Nevaio, nevaio che quest'anno non c'era.

É sempre una bella sgambata e nel corso della salita difficilmente si incontra qualche persona, vuoi per il dislivello, vuoi per le difficoltà. Ma una volta in vetta è alquanto improbabile di potersi godere la vetta in solitaria.

La discesa l'ho compiuta lungo l'invernale, indi proseguendo lungo la traversata bassa passando per la chiesetta di San Calimero e quindi a chiudere l'anello al Rifugio Riva.

Cielo terso, ma poi a partire dalle ore centrali sul Grignone si sono formate sempre le solite nebbie.

SABATO 7 SETTEMBRE 2019

Oggi sabato il meteo offre una finestra di bel tempo fra due perturbazioni, voglio fare qualcosa che non sia un giretto di mezza giornata ma allo stesso tempo non troppo impegnativo per stare tranquilli dal punto di vista meteo in caso di pioggia.

Da qualche mese avevo in mente di andare a scoprire il sentiero che sale al Monte Barzaghino da Caslino d'Erba, mi viene quindi l'idea di fare questo itinerario cavalcando ben cinque cimette che coronano la Valle Piot, la valle alla cui base sorge l'abitato di Caslino d'Erba.

Itinerario da compiere sicuramente in primavera o in autunno, quasi interamente nel bosco e a parte il tratto fra Palanzone e Capanna Mara per il resto non si incontra poco o niente.

Sono in pochi quelli che salgono al Palanzone o Capanna Mara partendo dal fondo valle, i più preferiscono la comodità di salire in auto fino all'Alpe del Vicerè.

DOMENICA 1 SETTEMBRE 2019

Finalmente riesco a compiere questo itinerario che avevo adocchiato dal giorno di Ferragosto dell'anno scorso durante la salita alla Cima Piazzi.

A differenza di tutti gli altri itinerari escursionistici di questa zona è poco segnalato, ma non è difficile da trovare una volta individuata la direzione da tenere, che è anche intuitiva.

É l'unica difficoltà che abbiamo su questo itinerario, che ci verrà ampiamente ripagata una volta giunti alla metà per il panorama che è possibile ammirare in direzione del Passo Viola, con un colpo d'occhi sul versante orientale del gruppo del Bernina

Inoltre possiamo ben ammirare dall'alto l'intera Val Viola.

Con qualche appendice merita sicuramente di essere ripercorso il prossimo anno.

1 2 3 4 5 6 7