Ignora collegamenti di navigazione
SABATO 14 SETTEMBRE 2019

Quest'anno mi mancava ancora all'appello la salita al Grignone da Primaluna lungo la Val Cugnoletto e la via del Nevaio, nevaio che quest'anno non c'era.

É sempre una bella sgambata e nel corso della salita difficilmente si incontra qualche persona, vuoi per il dislivello, vuoi per le difficoltà. Ma una volta in vetta è alquanto improbabile di potersi godere la vetta in solitaria.

La discesa l'ho compiuta lungo l'invernale, indi proseguendo lungo la traversata bassa passando per la chiesetta di San Calimero e quindi a chiudere l'anello al Rifugio Riva.

Cielo terso, ma poi a partire dalle ore centrali sul Grignone si sono formate sempre le solite nebbie.

SABATO 7 SETTEMBRE 2019

Oggi sabato il meteo offre una finestra di bel tempo fra due perturbazioni, voglio fare qualcosa che non sia un giretto di mezza giornata ma allo stesso tempo non troppo impegnativo per stare tranquilli dal punto di vista meteo in caso di pioggia.

Da qualche mese avevo in mente di andare a scoprire il sentiero che sale al Monte Barzaghino da Caslino d'Erba, mi viene quindi l'idea di fare questo itinerario cavalcando ben cinque cimette che coronano la Valle Piot, la valle alla cui base sorge l'abitato di Caslino d'Erba.

Itinerario da compiere sicuramente in primavera o in autunno, quasi interamente nel bosco e a parte il tratto fra Palanzone e Capanna Mara per il resto non si incontra poco o niente.

Sono in pochi quelli che salgono al Palanzone o Capanna Mara partendo dal fondo valle, i più preferiscono la comodità di salire in auto fino all'Alpe del Vicerè.

DOMENICA 1 SETTEMBRE 2019

Finalmente riesco a compiere questo itinerario che avevo adocchiato dal giorno di Ferragosto dell'anno scorso durante la salita alla Cima Piazzi.

A differenza di tutti gli altri itinerari escursionistici di questa zona è poco segnalato, ma non è difficile da trovare una volta individuata la direzione da tenere, che è anche intuitiva.

É l'unica difficoltà che abbiamo su questo itinerario, che ci verrà ampiamente ripagata una volta giunti alla metà per il panorama che è possibile ammirare in direzione del Passo Viola, con un colpo d'occhi sul versante orientale del gruppo del Bernina

Inoltre possiamo ben ammirare dall'alto l'intera Val Viola.

Con qualche appendice merita sicuramente di essere ripercorso il prossimo anno.

SABATO 31 AGOSTO 2019

Finalmente dopo avere saltato le ultime due edizioni per la "neve", per il giorno di chiusura 2019 della strada dello Stelvio c'è un bel sole.

Come mio salito questa è la giornata in cui salgo al Passo dello Stelvio a skiroll. Di meglio non si può desiderare che trovarsi una giornata in cui i padroni della strada sono i ciclisti, i corridori, gli skirollisti come me, insomma tutti i mezzi purché non motorizzati.

Unico neo è la discesa a piedi che non è così divertente come scendere con gli sci sulla neve.

DOMENICA 25 AGOSTO 2019

Arriva anche la seconda edizione della "Energu2Run", clima decisamente più estivo rispetto allo scorso anno.

Siamo più di 400 fra il percorso di 18 Km e il percorso di 10 Km, veramente tanti. Io ormai sono fuori dal giro delle gare, è un capitolo che ho chiuso, ma qui vengo perché c'è la categoria "non competitiva", posso quindi fare la mia corsa misurandomi esclusivamente con me stesso, e il mio interrogativo è: "riuscirò a rimanere nei tempi dello scorso anno?"

Non potevo aspettami di meglio, ho concluso in 1.26.44, poco più di quattro minuti in meno dello scorso anno, di meglio non potevo aspettarmi, e garantito che anche il prossimo anno ci sarò in questa splendida cornice dei Laghi di Cancano.

SABATO 24 AGOSTO 2019

Esattamente un anno fa avevo visto questo itinerario, proprio quando ero ritornato a Bormio per la Energy2un.

Itinerario che partendo da Isolaccia, compiendo un giro ad anello partendo dalle Baite Cardonè, permette di concatenare Val Lia, Val Verva e Val Viola, attraverso il Passo Corno delle Pecore, passo situato alla base dei Corni di Verva.

Un nuovo itinerario sicuramente da ripetere in futuro, magari con una giornata più sole e meno nuvola per poter fare qualche foto in più con una luce migliore.

Bisogna mettere in conto, che seppure i sentieri in Valdidentro siano ben segnalati, sono poco frequentati … non c'è da mangiare e bere … qui vanno tutti al Rifugio Viola :-).

VENERDÌ 16 AGOSTO 2019

Sempre una bella traversata quella da Arnoga a Livigno, dislivello contenuto di soli 100 metri ma caratterizzata da ben 17 Km di sviluppo.

Si incontra gente solo sul versante del Colle delle Mine per via della presenza del Baitel del Grasso degli Agnel, dove ovviamente si mangia, e come ben si sa quando c'è da mangiare e da bere c'è sempre gente.

Meteo, bella giornata soleggiata, fresca al mattino, (9°C ad Arnoga alle 8.30), ed ovviamente in quota.

1 2 3 4 5 6 7